Tour Archeologico dell’Albania

Durata

8 giorni

Persone minime

10

Massimo Persone

55

Posizione

Albania

Questo tour è stato progettato da FTA dmc per gli appassionati di archeologia che desiderano esplorare le antiche rovine che l’Albania offre, esendo stata situata in prossimita di civiltà famose, come quella greca e quella romana. 

Prezzo Individuale (tranne luglio e agosto )

1150 Euro a persona in camera doppia o matrimoniale per minimo 2 partecipanti paganti Supplemento singola = 160 Euro. (Le camere singole di solito sono doppie o matrimoniali per uso singola.) Nota: Lavoriamo a base di alberghi di livello 4*

Prezzo gruppi

Minimo 10 pax – Vi preghiamo di contattarci per un preventivo veloce e competitivo BB, HB o FB e compresi i biglietti d'ingresso.

Inclusi nei prezzi individuali esposti:

  • Trasporto con veicolo comodo, spazioso e moderno con a/c. compreso trasferta aeroporto andata e ritorno
  • 2 x Bottiglie d'acqua per persona per giorno
  • Guida turistica esperta parlante italiano fluente che e anche l’autista
  • Sistemazione in ottimi hotel centrali livello 4 * boutique con colazione
  • Tutte le tasse

Non inclusi:

  • Biglietto aereo
  • Pranzi e cene non menzionati nella sezione inclusa
  • Mance per l’autista, la guida, il personale dell'hotel e del ristorante.
  • Biglietti d'ingresso siti menzionati (ca. 40 Euro a persona )
  • Tutto cio non menzionato nella sezione inclusa

Tour Plan

1 ° giorno Aeroporto – Tirana

Incontro con la guida all'aeroporto di Tirana e trasferimento in albergo. Un tur della capitale a piedi per vedere le attrazzioni principali e se tempo permete visitiamo il Museo Storico Nazionale

2 ° giorno Tirana – Scutari – Kruja – Tirana (3.75 ore di viaggio)

Dopo la prima colazione ci dirigiamo a Scutari, la città più importante del nord dell'Albania e una delle più antiche del paese. Si pensa che sia stata fondata intorno al IV secolo a.C. ed era il centro della tribù illirica di Labeat. Nel III secolo a.C. divenne il seme del più noto Regno illirico sotto Pleurato e Agron, che erano due dei re degni di nota che rafforzarono il Regno. Teuta, la regina dopo la morte di Agron combatté e perse le guerre Illirico-romane durante il 221-219 a. C. soccombendo al dominio romano, mentre il suo successore re Gent, riaccese le campagne anti-romane ma alla fine fu sconfitto a Scutari nel 168 a.C. Visiteremo il castello di Rozafa che si pensa sia stato ricostruito durante il dominio veneziano nel 14 ° secolo sulle precedenti fondamenta del castello illirico, che serviva tutti i re sopra menzionati. Una vista spettacolare tutto intorno può essere goduto dal castello.Visiteremo anche il Museo Archeologico situato in una casa tradizionale dell'architettura ottomana, dove i padiglioni sono piccoli ma molto interessanti e mostrano l'importanza di questa città indietro nel tempo, che ha coniato il proprio denaro. Successivamente facciamo una breve passeggiata in città attraverso la zona pedonale ben restaurata di influenze architettoniche italiane e pranziamo in un ristorante molto caratteristico. (opzionale) In seguito partenza per Kruja, la capitale dell'Albania durante la resistenza contro i turchi sotto Scanderbeg, che è il nostro eroe nazionale ed è stato un grande leader che ha sconfitto i turchi in 25 battaglie. Dopo la visita del Museo Scanderbeg e del Vecchio Bazar, ci dirigiamo appena sotto Kruja, verso Zgërdhesh. Qui si trova l'antico sito di Albanopolis pensato per essere stato il centro della tribù illirica di Albani da cui il paese ha preso il nome, diventando così l'Albania. Solo un frammento lungo 90 metri dell'imponente muro è sopravvissuto e può essere visto nella parte inferiore della collina. Ci sono anche resti di tre torri di guardia illiriche rettangolari, che si pensa siano state costruite nel 4C AC: dopo le visite tornare a Tirana per la notte.

3 ° giorno Tirana – Durazzo – Berat UNESCO (2 ore di viaggio)

Partenza per Durazzo, una delle città più antiche dell'Albania e la prima e forse la più importante delle colonie greche del paese. Fu fondata a Epidamnus nel 627 a.C. dai greci di Corcyra (attuale Corfù) e Corinto. Autori romani la chiamavano "la città ammirevole" per il suo tempio, le statue e altri monumenti. Terreno fertile e un grande porto marittimo hanno rappresentato la prosperità e il successo della colonia nel commercio. La crescita ha portato alle classi inferiori ricchezza e un conseguente desiderio di avere più di una voce di governo, portando ad una guerra civile tra la piccola classe dirigente (oligarchi) e la maggior parte della popolazione. Il popolo chiese l'aiuto di Corinto in battaglia, mentre gli oligarchi cercarono aiuto da Corcira. Corinto era alleata con Sparta e Corcira su questa richiesta, chiesto aiuto da Atene dando inizio a quella che fu poi conosciuta come la guerra del Peloponneso.Tuttavia solo pochi resti ci ricordano i giorni di gloria di questa città, principalmente a causa del fatto che Durazzo è stata continuamente abitata nel tempo, quindi trasformata di conseguenza. Visiteremo alcuni dei resti come l'Anfiteatro, il foro e il Museo Archeologico. Dopo le visite partono per Berat, una delle città più visitate e caratteristiche dell'Albania sotto la protezione dell'UNESCO come patronato dell'umanità per la sua unicità architettonica. Sulla strada passeremo dalla Roccia di Kavaja dove Cesare accampò le sue truppe durante la guerra civile con Pompei. Nelle vicinanze si trova il campo del Golem dove l'esito della guerra è stato effettivamente deciso. Successivamente a Berat visiteremo la fortezza il Museo Onufri. La fortezza di Berat è di particolare interesse in quanto le persone vivono ancora all'interno delle sue mura nelle loro case tradizionali, così come i loro antenati per secoli. Il castello ha usato per avere oltre 40 chiese di cui 7 ancora rimangono tra cui chiesa di Santa Maria trasformato in Museo Onufri. Onufri era un famoso maestro di icone albanese del XVI secolo che dipinse molte chiese ortodosse in Albania e Grecia, usando uno speciale colore rosso. Pernottamento a
Berat.

4 ° giorno Berat – Byllis – Argirocastro UNESCO (3.5 ore di viaggio)

Dopo colazzione, sulla strada per Gjirokastra ci fermiamo per visitare l'antica città di Byllis, una delle più grandi città dell'Illiri ameridionale. Nonostante sia stata fondata dagli illiri, questa città è stata menzionata relativamente tardi da storici e geografi antichi. Nel 49-48 a.C. la città si arrese alle forze di Cesare e servì come base per il suo grande esercito. Intorno al 270 a.C. la città era il centro di un koinon, un'organizzazione politica dell'epoca, che copriva circa 20km2. Byllis divenne una colonia romana, durante i primi anni del dominio di Augusto, e il suo nome divenne Colonia Iulia Augusta. Durante il periodo tardo antico furono costruite diverse grandi basiliche paleocristiane, tutte con mosaici riccamente decorati, alcuni dei quali possono essere ammirati ancora oggi. Visitiamo il sito e poi il pranzo può essere avuto sia a Byllis o poco prima di Tepelena. Prosegui verso Gjirokastra, una città museo costruita interamente in pietra, proclamata patrimonio mondiale dell'UNESCO per questa architettura distinta. Visita il Museo Etnografico, che è anche la casa in cui è nato l'ex dittatore albanese e la città.
Pernottamento a Gjirokastra.

5 ° giorno Argirocastro – Butrint UNESCO – Saranda (2 ore di viaggio)

In mattinata partenza per l'antica città di Butrinto - un sito patrimonio mondiale dell'UNESCO e considerato dalla maggior parte come il miglior sito archeologico in Albania e oltre. La città fu colonizzata per la prima volta da coloni greci e fu continuamente abitata per secoli formando strati archeologici di civiltà di passaggio, dando agli archeologi la possibilità di studiare la continuità nel tempo. Si trova in una bellissima penisola tra una vegetazione lussureggiante. Il sito è stato occupato almeno dal 8 ° secolo AC, anche se i miti associati con le sue origini parlano della fondazione della città da esuli troiani guidati da Enea. Nel IV secolo a.C. fu stabilito un insediamento fortificato e la città divenne un luogo di culto di successo, dedicato ad Esclepio. I principali monumenti intorno a Butrinto includerebbero sicuramente l'elegante teatro greco del IV secolo a.C. con la sua raffinata cavea e scaenae romana frons con una capacità di un. 1500 spettatori, il santuario greco associato di Asclepio, la linea di cortili e bagni di epoca romana, a est del teatro disposti intorno al foro, le rovine del Triconch vicino al canale di Butrinto, un grande battistero bizantino con la sua pavimentazione a mosaico intatta risalente agli inizi del VI secolo d.C., la ben conservata basilica del VI secolo (ristrutturata nel tardo medioevo), le rovine di un ninfeo del II secolo d. C. immediatamente adiacente alla basilica, e i chilometri di alte e imponenti mura risalenti al greco, romano, bizantino, e occupazioni medievali. Questo è un sito meraviglioso da esplorare per gli appassionati di archeologia, sicuramente vale la pena spendere qualche ora. Rientro a Saranda per la notte.

6 ° giorno Saranda – Amantia sito antico – Valona (3.5 ore di viaggio)

Dopo la colazione partiremo per Valona seguendo la cosiddetta Riviera albanese. Ci fermiamo in alcuni caratteristici borghi lungo la costa per poi proseguire verso l'antica città di Amantia fondata nel v secolo a.C. e copriva una superficie di 13 ha.
Amantia occupava un'importante posizione difensiva sopra la valle del fiume Vjosa a est verso i monti Kurvelesh, e sulla strada per la costa e la baia di Valona. Dal 3 ° secolo AC, la città di Amantia è stata rafforzata economicamente e coniato le proprie monete. La città di Amantia era circondata da una cinta muraria lunga circa 2100 metri. Fu costruito un grande forte con due porte e due torri difensive a nord. Amantia rimase un piccolo centro urbano e in epoca paleocristiana fu sede di un vescovo. Si pensa che Amantia potrebbe essere stato abbandonato entro la fine del 6C DC. La città di Amantia aveva la sua acropoli e un tempio in stile dorico dedicato ad Afrodite, costruito nel III secolo a.C. Il monumento meglio conservato è lo stadio che è lungo 60 m e largo 12,5 m. Lo stadio ha 17 gradini da un lato e 8 dall'altro e potrebbe ospitare circa 4000 persone. Dopo le visite del sito ritorno a Valona e il check-in in hotel. Successivamente visiteremo la casa originale dove fu firmato il documento di indipendenza nel 1912 trasformato in “Museo dell'Indipendenza”. La casa fu il primo seme di un governo albanese indipendente. Nel tempo libero per il tardo pomeriggio e la sera a Valona dove abbiamo pernottamento.

7 ° giorno Valona – Apollonia – Durazzo (3 ore di viaggio)

Dopo la prima colazione si parte per l'antica città di Apollonia uno dei più importanti centri antichi in epoca romana sulla famosa Via Eatia. Il famoso oratore romano Cicerone, stupito dalla bellezza di Apollonia, la nominò nel suo Philippics, magna urbs et gravis-una città grande e importante. Fondata nel 7 ° secolo AC, da coloni greci provenienti da Corinto e Corcira,
l'antica città si trova a 11 km a ovest della città di Fier. Gli scavi archeologici hanno rivelato che Apollonia raggiunse il suo apice nel IV-III secolo a. C. Nel I secolo a.C., Ottaviano Augusto studiò filosofia lì fino a quando sentì la notizia dell'omicidio di Cesare al Senato e divenne il prossimo imperatore. Visita della città e un monastero ortodosso trasformato in museo archeologico.
Successivamente visiteremo il Monastero di Ardenica costruito nel Medioevo di particolare interesse per i bellissimi affreschi di Kostandin Shpataraku e dei fratelli Zeografi. Scanderbeg l'eroe nazionale albanese si sposò nella cappella di questo monastero, aumentando così la sua importanza nella storia albanese. Proseguimento per Durazzo per la notte. Qui dirai addio alla nostra guida specializzata.

8 ° giorno Durazzo - Aeroporto

Dopo la colazione, libero di esplorare fino al momento del trasferimento in aeroporto. Fine dei nostri servizi.

Tour Map

Reviews

There are no reviews yet.

Be the first to review “Tour Archeologico dell’Albania”

Your email address will not be published.

From
1,150.00
Enquiry From
1
1,150.00
Available:
Total:
1
1,150.00